stemma

Seguici su facebook

Il D.L.132/2014 convertito con modificazioni dalla L. 162/2014 ha previsto nuove e ulteriori possibilità per i cittadini che intendono separarsi, divorziare o modificare le condizioni di separazione o divorzio consensualmente.
Dall'11 dicembre 2014, quindi, la separazione personale, il divorzio e la modifica delle condizioni di separazione e divorzio possono concludersi con due modalità alternative al ricorso in Tribunale.
Si tratta:
A) della convenzione di negoziazione assistita che viene conclusa davanti agli avvocati e
B) dell' accordo raggiunto davanti al Sindaco in qualità di Ufficiale dello Stato civile.
Entrambi gli atti di accordo hanno lo stesso valore del provvedimento del Tribunale, ma si possono utilizzare solo in caso di separazione e/o divorzio consensuali (ovvero solo se le parti hanno raggiunto un accordo sulle condizioni con cui regolare i loro rapporti). Inoltre, l'accordo raggiunto davanti all'Ufficiale dello stato civile è limitato all'esistenza di una serie di condizioni: nei casi di separazione, divorzio o modifiche consensuali in cui non si possa procedere in Comune, le parti possono ricorrere alla convenzione di negoziazione assistita con l'assistenza del legale.
 
Il D.L.132/2014 convertito con modificazioni dalla L. 162/2014 ha previsto nuove e ulteriori possibilità per i cittadini che intendono separarsi, divorziare o modificare le condizioni di separazione o divorzio consensualmente.
 
Dall'11 dicembre 2014, quindi, la separazione personale, il divorzio e la modifica delle condizioni di separazione e divorzio possono concludersi con due modalità alternative al ricorso in Tribunale. 
Si tratta:
A) della convenzione di negoziazione assistita che viene conclusa davanti agli avvocati e
B) dell' accordo raggiunto davanti al Sindaco in qualità di Ufficiale dello Stato civile.
 
Entrambi gli atti di accordo hanno lo stesso valore del provvedimento del Tribunale, ma si possono utilizzare solo in caso di separazione e/o divorzio consensuali (ovvero solo se le parti hanno raggiunto un accordo sulle condizioni con cui regolare i loro rapporti). Inoltre, l'accordo raggiunto davanti all'Ufficiale dello stato civile è limitato all'esistenza di una serie di condizioni: nei casi di separazione, divorzio o modifiche consensuali in cui non si possa procedere in Comune, le parti possono ricorrere alla convenzione di negoziazione assistita con l'assistenza del legale.

Condizioni
La separazione, il divorzio e/o le modifiche degli accordi patrimoniali di separazione o di divorzio si possono svolgere davanti all'Ufficiale dello Stato civile SOLO alle seguenti condizioni (come chiarite dalla circolare Min. Interno n. 6 del 24/4/2015):
1) I coniugi non devono avere figli minori, figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ovvero economicamente non autosufficienti (vengono considerati solo i figli di entrambi i coniugi: nel caso di figli di una solo della parti si può procedere).
Inoltre:
2) L'accordo fra i coniugi non può contenere patti di trasferimento patrimoniale:la circolare 6/2015 ha precisato che non possono essere stipulati patti che siano produttivi di effetti reali (ovvero effetti traslativi di un bene), nè concordata la previsione dell'assegno periodico di divorzio in un'unica soluzione (c.d. liquidazione una tantum).
Le parti possono prevedere e concordare il pagamento dell'assegno di mantenimento (nel caso di separazione) e dell'assegno divorzile (nel caso di divorzio)
Attenzione: la Legge n. 55 del 3/5/2015 ha introdotto il cd. DIVORZIO BREVE, per cui la domanda di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, può essere presentata quando siano trascorsi almeno dodici mesi dall'avvenuta comparizione dei coniugi innanzi al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale e da sei mesi nel caso di separazione consensuale, anche quando il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale, ovvero dalla data certificata nell'accordo di separazione raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita da un avvocato ovvero dalla data dell'atto contenente l'accordo di separazione concluso innanzi all'ufficiale dello stato civile.
I cittadini che vogliono divorziare in Comune dovranno esibire copia della sentenza di separazione o del decreto di omologazione per permettere la verifica del decorso dei requisiti di legge.

Procedimento di separazione o divorzio
I coniugi che intendono separarsi o divorziare* devono:
  • compilare il modello con le dichiarazioni sostitutive di certificazione ed inviarlo all'ufficio di stato civile del Comune di residenza di uno di loro, oppure del Comune di celebrazione del matrimonio (civile o religioso con effetti civili) come indicato nel modulo scaricabile dal sito o disponibile presso l'Ufficio di stato civile;
  • presentarsi personalmente e congiuntamente - con l'assistenza facoltativa di un avvocato - all'appuntamento che sarà comunicato dall'ufficio di Stato civile per sottoscrivere l'accordo di separazione o divorzio alle condizioni fra loro concordate. In tale occasione è previsto il pagamento del diritto fisso di € 16,00 direttamente all'Ufficio;
  • confermare l'accordo di separazione o di divorzio ripresentandosi in Comune nella data concordata con dell'Ufficiale dello Stato civile e non inferiore a 30 giorni dalla data dell'accordo. La mancata comparizione di uno o di entrambi i coniugi equivale a mancata conferma dell'accordo. La conferma rende efficaci gli effetti della separazione o del divorzio dalla data della prima sottoscrizione.
*Il termine DIVORZIO è comunemente usato nella pratica, ma non è giuridicamente corretto: nel nostro ordinamento si deve piuttosto parlare di cessazione degli effetti civili del matrimonio (in caso di matrimonio religioso) o di scioglimento del matrimonio civile. Si è scelto di utilizzare questo termine per maggiore chiarezza e migliore comprensione.

Modifica delle condizioni di separazione o divorzio
Le parti possono procedere davanti all'ufficiale dello Stato civile anche a modificare le condizioni di separazione o divorzio già raggiunte in precedenza.
Anche in questo caso le parti dovranno rendere la dichiarazione personalmente, con l'assistenza facoltativa di un legale e sottoscrivere l'accordo modificativo. Il procedimento è analogo a quello previsto per la separazione e il divorzio e valgono gli stessi limiti e condizioni, ma non è prevista la seconda comparizione per la conferma dell'accordo, il quale è dunque immediatamente efficace.

Costi

Il costo  del procedimento di  separazione, di divorzio e/o di modifica degli accordi patrimoniali di separazione o di divorzio è di € 16,00 i quali dovranno essere versati direttamente sul conto corrente postale n. 10009868 del Comune di Miranda con causale Diritto fisso per divorzio/separazione.


Modulistica

Dichiarazione sostitutiva per separazione personale 
Dichiarazione sostitutiva per divorzio 
Dichiarazione sostitutiva per modifica accordi di separazione 
Dichiarazione sostitutiva per modifica accordi di divorzio 

Questa sezione raccoglie tutti i moduli messi a disposizione dal Comune di Miranda.
         
 
ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI.doc 112 KB        
 
ASSEGNO MATERNITA'.doc 440 KB        
 
ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE.doc 439 KB        
 
ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI.doc 436 KB        
 
autocertificazione cumulativa del genitore per minore.doc 33.0 KB        
 
autocertificazione semplificata.pdf 11.8 KB        
 
autocertificazione_completa.pdf 15.0 KB        
 
autolettura contatore acqua.doc 256 KB        
 
concessione fabbricato a titolo gratuito.doc 28.0 KB        
 
Decesso coniuge.doc 23.0 KB        
 
denuncia tassa rifiuti attivita economica recettiva.xls 192 KB        
 
denuncia tassa rifiuti civile abitazione.xls 111 KB        
 
DICHIA. SMARRIMENTO CARTA D'IDENTITA'.doc 22.0 KB        
 
Dichiarazione certificazione generica.doc 22.5 KB        
 
DICHIARAZIONE LEGNAIA.doc 19.5 KB        
 
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA CITTADINANZA.doc 22.5 KB        
 
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE.doc 24.0 KB        
 
dichiarazione sostitutiva di estratto di matrimonio.doc 31.5 KB        
 
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA NASCITA .doc 22.0 KB        
 
Dichiarazione sostitutiva situazione famiglia storica.doc 47.0 KB        
 
Dichiarazioni Sostitutiva Atto Notorieta.pdf 124 KB        
 
DISATTIVAZIONE TOSAP.doc 433 KB        
 
DOMANDA FORNITURA ACQUA.doc 1.42 MB        
 
ESISTENZA IN VITA.doc 26.0 KB        
 
GENERICO IMPIANTI.doc 110 KB        
 
godimento dei diritti politici.doc 29.0 KB        
 
ISCRIZIONE ALBO SCRUTATORI.doc 435 KB        
 
MATERNITA'.doc 21.5 KB        
 
MODELLO DISATTIVAZIONE CONT. ACQUA.doc 433 KB        
 
MODELLO_AUTOCERTIFICAZIONE.pdf 349 KB        
 
modulo per eliminazione stoppie e altro.doc 29.5 KB        
 
occupazione suolo pubblico.doc 110 KB        
 
OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO EVENTI.doc 431 KB        
 
RACCOLTA LEGNA.doc 434 KB        
 
RESIDENZA AUTOCERTIFICAZIONE.doc 26.0 KB        
 
RICHIESTA ALLACCI.doc 112 KB        
 
RICHIESTA AUTORIZZAZIONI SANITARIE VARIE.doc 435 KB        
 
RICHIESTA PASCOLI.doc 434 KB        
 
RILASCIO PORTO FUCILE.doc 32.5 KB        
 
RIMBORSO SPESE PER TRAPIANTI.doc 442 KB        
 
SERVIZIO ASSISTENZA ANZIANI.doc 436 KB        
 
STAMPATI SOSTA DIVERSAMENTE ABILI.doc 443 KB        
 
STAMPATO X RIDUZIONE TASSA.doc 433 KB        
 
Stato di famiglia.doc 23.0 KB        
 
TELEASSISTENZA.doc 463 KB        
 
TRASFERIMENTO ABITAZIONE.doc 436 KB        
 
UFFICIO TRIBUTI.doc 27.5 KB        
 
VARIAZIONE ACQUA.doc 21.0 KB        
 
VARIAZIONE RUOLO N.U..doc 435 KB        
   
COMUNE DI MIRANDA

Piazza Rossini, 1 - 86080 Miranda IS)
Tel. 0865 49 71 31 - Fax 0865 49 71 97
Orario: dal Lunedì al Sabato dalle 8.00 alle 14.00
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'Ufficio per le relazioni con il pubblico (URP) è la struttura del Comune dedicata alla comunicazione con i cittadini, centro di informazione e orientamento su tutti i servizi e gli uffici comunali, luogo di ascolto dei dubbi e dei problemi dei cittadini.

Servizi
Informazione allo sportello o telefonica:

  • su tutti i servizi, gli uffici comunali e le pratiche amministrative (sedi, orari, modalità) con possibilità di ritirare moduli di domanda, facsimile, ecc;
  • sulle principali competenze e sulle prestazioni di altri uffici e servizi pubblici della città.
  • Consultazione di bandi di concorso, bandi e avvisi pubblici, bandi di gara, ecc..
  • Navigazione guidata e gratuita in Internet per ricerche di leggi nazionali e regionali (il rilascio di fotocopie e la stampa di pagine Internet è a pagamento).
  • Accettazione di suggerimenti e proposte fatti dai cittadini, sulle attività degli uffici comunali.
  • Distribuzione di materiale su manifestazioni, spettacoli, attività culturali e sportive, mostre, fiere, ecc..